John Steinbeck

.
Se il grande scrittore John Steinbeck avesse voluto prendersi una motocicletta, avrebbe di certo scelto una Vespa. L'incipit di un suo bellissimo romanzo, Viaggio con Charley, parafrasato in chiave vespistica è perfetto. Steinbeck scrisse quel romanzo nel 1962. Io sarei nato soltanto l'anno dopo. "Charley" è il nome con cui ho battezzato il mio vespone, un P125X del 1981. (leggi l'incipit "parafrasato").

La mia Toscana in Vespa

:
Decisamente un gran bel personaggio questo Ben Birdsall! Una figura la sua che ancora mancava nell’universo dei narratori in Vespa, e mi piace pensare che questo suo libro possa essere il primo di una lunga serie e perché no, magari inaugurare un nuovo filone nella narrativa vespistica. Un gran bel personaggio dicevo questo quarantenne inglese originario dello Yorkshire, che oltre ad imbarcarsi in un tortuoso viaggio (1200 km in 19 giorni) a bordo di un vespino 50 originale, ha trovato spazio nel suo bagaglio da campeggiatore per attrezzi vari. Non attrezzi da meccanico come sarebbe logico aspettarsi, ma attrezzi da cucina e da pittore. Tutti i giorni, a scandire ogni tappa del suo cammino, trovava il tempo di scattare una personalissima istantanea dipingendo il paesaggio che lo circondava, riuscendo così a riprodurre con i pennelli anche i suoi sentimenti del momento. Ogni sera poi, dopo aver montato la tenda, si cucinava da solo la sua cena, e non parlo di un paio di uova al tegamino ma di piatti tipici della zona in cui si trovava, roba tipo il ‘cacciucco’ o il ‘cinghiale alla capalbiese’, che non sarebbero semplici da preparare nemmeno nella cucina di casa propria! Ogni giornata di viaggio è descritta minuziosamente, dalle chiacchiere scambiate con i baristi ai commenti perplessi dei vicini di piazzola o dei benzinai quando raccontava loro ciò che stava facendo. Ci sono anche i pensieri che chiunque si sia trovato a trascorrere qualche ora in sella alla sua Vespa si è scoperto a fare. Ma questi sono i pensieri suoi ed è facilissimo immedesimarsi, grazie anche al singolare italiano con cui ha scritto il libro. L’italiano che ci si aspetta di sentire parlando con un inglese, dove ogni tanto ci finisce qualche vocabolo improbabile ma che comunque rende l’idea, tanto che spesso mi è capitato di scoprirmi a leggere con una divertente intonazione ‘british’! Un libro questo che sarà utilissimo a quanti hanno intenzione di andare a zonzo per la Toscana, con precisi riferimenti geografici, ricco di spunti anche per brevi gite di un giorno o due, scegliendo le tappe del suo viaggio che più ci colpiscono, aiutati dalle mappe riprodotte nel libro. Anche la particolare confezione con la rilegatura a spirale lo rende comodo per essere messo nello zaino e consultato lungo la strada. Un peccato che questo libro sia uscito soltanto ora, all’inizio di autunno: toccherà attendere fino alla prossima estate per calcare le sue orme. Mi sento quindi di dire: “Ben fatto Mr. Birdsall! Aspettiamo le sue prossime avventure!”.
:
Il libro è disponibile sia in italiano che in lingua inglese.
:
Ben Birdsall
:
I libri di Ben Birdsall sono presenti nel catalogo online della LIBRERIA UNIVERSITARIA

Contatti: SCRIVIMI UNA MAIL!

Sei autore di un Vespa-libro, oppure sei un editore e ne hai pubblicato uno? Manda una mail e ti darò istruzioni per l'invio di una copia saggio. Scrivi a: lorenzo205@libero.it