John Steinbeck

.
Se il grande scrittore John Steinbeck avesse voluto prendersi una motocicletta, avrebbe di certo scelto una Vespa. L'incipit di un suo bellissimo romanzo, Viaggio con Charley, parafrasato in chiave vespistica è perfetto. Steinbeck scrisse quel romanzo nel 1962. Io sarei nato soltanto l'anno dopo. "Charley" è il nome con cui ho battezzato il mio vespone, un P125X del 1981. (leggi l'incipit "parafrasato").

Colpi di coda.

.
Bruno Morchio
Garzanti

Bruno Morchio torna protagonista sugli scaffali delle librerie e Bacci Pagano è di nuovo in sella* al suo PX con questa nuova indagine in cui torna protagonista l’investigatore privato che non porta le mutande.

Morchio conferma tutte le belle pagine già scritte in precedenza e con questa storia cala il lettore nell’attualità recente. Siamo nei giorni dell’insediamento del primo presidente nero alla Casa Bianca e questa vicenda di respiro internazionale porta servizi segreti, trafficanti d’armi e terroristi a intrecciare le loro trame nei carruggi multietnici di quella Genova conosciuta solo da chi la abita e guardata con romantica diffidenza dai forestieri. Un territorio nel quale muoversi può essere pericoloso se non se ne conosce intimamente l’anima. Ma questa volta sapersi muovere a proprio agio in nei meandri di una città conosciuta non basta e ad aiutare l’investigatore ecco un’altra anima tormentata, Rodney O'Flaherty (buona forchetta e formidabile compagno di bevute), un giornalista irlandese free lance che si rivelerà un prezioso compagno d’avventura abile ad interpretare l’enigmatico atteggiamento del committente arabo di questa indagine, l'imam Abdel Ghaffar.

I dialoghi sono il punto di forza di questo romanzo: serrati, diretti ed efficaci, delineano i personaggi meglio di qualsiasi descrizione. Un romanzo questo che si presta a farsi strada ben oltre i confini nazionali.

L'incipit.
"Il carruggio odora di pioggia e refrescume. Il porto antico, con le sue acque verdi e stagnanti, si apre al di là della stazione della metropolitana e della strada dove è posteggiato il furgone con un autista al volante pronto a partire.
Il silenzio è rotto dallo sgocciolare dell'acqua lungo le grondaie e dal gracidare ovattato di un televisore acceso oltre una finestra dei piani alti. Sul muro nero del palazzo di fronte l'ombra azzurrina dello schermo danza come un fantasma senza pace.
Questa è una notte speciale per il mondo."


COLPI DI CODA
Bruno Morchio
Garzanti

* in Vespa, in verità, Bacci pagano ci sale solo per qualche riga in 470 pagine di romanzo: poco purtroppo, nonostante la scusante della pioggia battente che cade per buona parte del romanzo...

Contatti: SCRIVIMI UNA MAIL!

Sei autore di un Vespa-libro, oppure sei un editore e ne hai pubblicato uno? Manda una mail e ti darò istruzioni per l'invio di una copia saggio. Scrivi a: lorenzo205@libero.it