John Steinbeck

.
Se il grande scrittore John Steinbeck avesse voluto prendersi una motocicletta, avrebbe di certo scelto una Vespa. L'incipit di un suo bellissimo romanzo, Viaggio con Charley, parafrasato in chiave vespistica è perfetto. Steinbeck scrisse quel romanzo nel 1962. Io sarei nato soltanto l'anno dopo. "Charley" è il nome con cui ho battezzato il mio vespone, un P125X del 1981. (leggi l'incipit "parafrasato").

DELIVERY. Coca a domicilio

.
DELIVERY. Coca a domicilio
Alejandro Parisi
Edizioni e/o

In questo suo romanzo d’esordio Alejandro Parisi (classe 1976, da Buenos Aires) racconta in prima persona la discesa agli inferi di Martìn, fattorino di rosticceria, che gira con il motorino le strade della capitale argentina per consegnare “empanadas” a domicilio per pochi pesos. Martìn racconta al lettore le sue giornate in maniera diretta, con uno stile asciutto che descrive alla perfezione la ripetitività della sua esistenza. Giornate che si ripetono uguali una dopo l’altra e che cominciano tutte allo stesso modo: uno sguardo all’orologio del videoregistratore, un’imprecazione, una doccia, un caffè e poi rosticceria fino alla sera. Non è difficile per Martìn cedere alla tentazione di rompere questa monotonia consegnando, tra un’empanadas e l’altra, qualche bustina di coca. Soldi facili e un po’ d’avventura, che non guasta. Non gli pare vero di aver trovato qualcuno che finalmente si è
accorto di lui e di quanto vale, e poco importa se ad essersene accorti sono dei poco di buono. È talmente bravo nello svolgere il suo compito che ben presto si trova pieno di soldi e in un mare di guai. Uscirne al più presto l’unica soluzione, ma come riuscirci? Chi ci ha provato prima di lui è finito all’ospedale. Prima deve portare a termine un ultimo importante incarico, ci vuole coraggio, e Martìn lo troverà in fondo al suo cuore.
Le strade di Buenos Aires ci svelano una realtà non molto diversa da quella delle nostre grandi città.
È bravo Alejandro Parisi a raccontare come la grave crisi economica vissuta dall’Argentina possa avere risvolti imprevedibili e drammatici per una generazione che si è trovata a subirla senza però voler rinunciare a rincorrere ideali di ricchezza e di successo. Saranno però ideali d’amore e di amicizia a indicare la retta via a Martìn e al suo motorino.

L’incipit.
Mi addita. I ciccioni mi guardano e vorrei ammazzarmi. Scendono dalla macchina, attraversano Terbal e si fermano di fronte a me. Il biondo sorride e dice tranquillo, smilzo, il Tano vuole soltanto sapere se hai fatto tutto come si deve.

DELIVERY. Coca a domicilio
Alejandro Parisi
Edizioni e/o

Nota: il mio ruolo di recensore in chiave vespistica mi impone di precisare che in questo libro l’unica Vespa di cui si ha certezza è quella di copertina. Mai, in tutto il romanzo, viene specificato che il motorino di Martìn sia una Vespa. Allo stesso modo però non viene mai specificato nemmeno il contrario... quindi, vista la bella copertina, perché non pensare che in fondo potrebbe proprio esserlo?

Anche questo libro è disponibile nel catalogo online della LIBRERIA UNIVERSITARIA

Contatti: SCRIVIMI UNA MAIL!

Sei autore di un Vespa-libro, oppure sei un editore e ne hai pubblicato uno? Manda una mail e ti darò istruzioni per l'invio di una copia saggio. Scrivi a: lorenzo205@libero.it