John Steinbeck

.
Se il grande scrittore John Steinbeck avesse voluto prendersi una motocicletta, avrebbe di certo scelto una Vespa. L'incipit di un suo bellissimo romanzo, Viaggio con Charley, parafrasato in chiave vespistica è perfetto. Steinbeck scrisse quel romanzo nel 1962. Io sarei nato soltanto l'anno dopo. "Charley" è il nome con cui ho battezzato il mio vespone, un P125X del 1981. (leggi l'incipit "parafrasato").

Quelli delle Vespa truccate.





Andrea Pinasco
QUELLI DELLE VESPA TRUCCATE
Edito in proprio da www.pinascostore.com

Sfogliando le opere letterarie raccolte in questo Weblog si scopre come un prodotto industriale di grande successo, lo scooter Vespa prodotto dalla Piaggio, abbia finito per andare ben oltre questo suo ruolo di bene di consumo per diventare icona di stile e musa ispiratrice di tante belle pagine. Pagine di viaggiatori, ma non solo, come scopriamo grazie al libro di Andrea Pinasco. La Vespa, prodotto tecnologico unico nel suo genere, ha ispirato anche generazioni di meccanici, spesso improvvisati, che in Pinasco trovarono il loro vate dando corso ad una storia che oggi lui stesso narra in questo suo “Quelli delle Vespa truccate”.

C’è tanta tecnica motoristica in queste pagine, e non poteva essere altrimenti. Pinasco nel mondo dei motori è a tutt’oggi sinonimo di elaborazione. La cosa davvero preziosa di questo libro è scoprire come sia diventata, prima un’occupazione e poi un’azienda di grande successo, la passione di un ragazzo che si ingegnava per spremere più cavalli possibile dal piccolo motore a due tempi della sua Vespa. Il giovane Pinasco, artigiano meccanico autodidatta, si inventò uomo di marketing, imparando a sfruttare al meglio le possibilità di comunicazione della sua epoca, inventando di fatto il prodotto che ci voleva per un mercato che fino a quel momento non esisteva: l’elaborazione dei motori di serie delle Vespa. Soluzioni ingegnose, semplici solo in apparenza, fornite in “gruppi” (che oggi chiameremmo “kit”) in cui c’era tutto l’occorrente pronto al montaggio. Un prodotto che si ordinava per posta e si pagava direttamente al postino in contrassegno. Nel campo dell'elaborazione motoristica l’innovazione tecnologica e di fruibilità della stessa portata da Pinasco è in qualche modo paragonabile all’opera di Steve Jobs nel campo della comunicazione e dell’informatica. C’è da chiedersi dove sarebbe potuto arrivare Pinasco disponendo dei potenti mezzi dell’e-commerce moderno.
Il successo di questo marchio continua a tutt’oggi, indifferente, proprio come le tradizionali Vespa a due tempi, all’evoluzione della tecnologia. Il cambiamento di usi e costumi delle nuove generazioni ha comunque segnato in un certo senso la fine dell’epoca d’oro dei meccanici-truccatori fai da te, ed è lo stesso Pinasco ad ammetterlo:

“(...) nei primi anni ’90 il mercato globale raggiunge e supera un milione di dispositivi venduti all’anno e il mercato tiene per quasi tutto il decennio. Poi inizia la discesa, le nuove generazioni cominciano ad essere attratte più da Internet che dalle chiavi inglesi.”

Pinasco è più uomo d’officina che di penna. La storia che ci racconta è affascinante, diversi gli aneddoti curiosi, che vengono però solo accennati e non approfonditi come sarebbe stato di certo più gustoso per il lettore. A compensare ci sono però le foto e le riproduzioni delle pagine dei giornali dell’epoca, a documentare il racconto di un successo aziendale e sportivo. Un libro da leggere per scoprire che una Vespa elaborata è qualcosa di ben diverso dal fastidioso fracasso di uno scooter dalla marmitta aperta che corre fumando nella notte. C’è molto di più: c’è la passione di un ragazzo che ha saputo contagiare la sua generazione e quelle che sono venute dopo di lui.

Andrea Pinasco firma copie del
libro in occasione di EICMA 2012
Incipit.
“Prima di tutto non sapevo che non potevo! Così come il calabrone vola perché non sa quello che gli scienziati hanno stabilito e cioè che la portanza delle sue ali non è compatibile con la sua massa, io a 17 anni non sapevo che con il mio diploma di terza media, senza esperienza di officina ne di amministrazione d’azienda potevo inventare un mercato, ma per rendere bene l’idea nel suo insieme devo partire da molto più lontano.”

Andrea Pinasco: il calabrone che fece volare le Vespa!

Andrea Pinasco
QUELLI DELLE VESPA TRUCCATE
Edito in proprio da www.pinascostore.com

Questo libro editato in proprio è sprovvisto di codificazione ISBN ed è possibile acquistarlo direttamente dal sito Pinasco-Store.
Per contribuire al mantenimento di questo Weblog acquistate i vostri libri dal sito della LIBRERIA UNIVERSITARIA passando da questo link o dagli altri pubblicati in altre pagine.

Contatti: SCRIVIMI UNA MAIL!

Sei autore di un Vespa-libro, oppure sei un editore e ne hai pubblicato uno? Manda una mail e ti darò istruzioni per l'invio di una copia saggio. Scrivi a: lorenzo205@libero.it